Autunno nell'altipiano del Renon
Data di pubblicazione: 5 ottobre 2016

In una lettera del 1911 all’amico Carl Gustav Jung, Sigmund Freud confessò di essere alla ricerca di «un posto in cui essere solo e di un bosco nelle vicinanze», e lo trovò sul Renon, dove soggiornò per diverse estati.
Proprio al fondatore della psicoanalisi è stato dedicato il sentiero principale tra Soprabolzano e Collalbo, denominato "Freudpromenade" in occasione del 150esimo anniversario della sua nascita.

Immaginate un altipiano di prati e vignetiboschi di castagni, pini, abeti rossi e larici che infiammano i pendii fino agli alpeggi, i caratteristici masi.

Immaginate di poter godere di una vista panoramica a 360° delle montagne dell’Alto Adige, contro un cielo azzurro da togliere il fiato.

Immaginate l’aria fresca, frizzante, che vi riempie i polmoni, e perché no anche il profumo avvolgente di caldarroste e "Kaiserschmarren", la tipica frittata dolce con sciroppo di mirtilli, da gustare nel calore della "Stube", con un bicchiere di vino nuovo.

Sì perché autunno, in Alto Adige, significa anche Törggelen.

Quella del Törggelen è un’antica tradizione autunnale altoatesina per cui ogni anno, da fine settembre fino a inizio dicembre, i contadini invitano i passanti a degustare il vino fatto in casa.
Nato come un gesto di ringraziamento e occasione di scambio, oggi questa tradizione è molto amata dai turisti, che vengono accolti nei masi per assaggiare il mosto (Siaßer) o il vino novello (Nuier) di produzione propria, accompagnato da castagne e tipici piatti autunnali.

Il fascino dell’altipiano del Renon dipende non solo dalla meraviglia della natura, ma anche dalla sensazione di trovarsi sospesi nel tempo, a cavallo di epoche diverse, nel posto giusto per scrollarsi di dosso lo stress della città e ricaricare le energie godendosi il silenzio, la natura, la compagnia degli amici, le passeggiate ad un tempo più lento e i sapori dell’autunno altoatesino.

Nella prossima vacanza dal 29 ottobre al 1 novembre, a Soprabolzano, oltre ai momenti di pratica dello yoga, troverete anche tutti questi ingredienti; non dico che, come Freud, vi metterete a scrivere saggi psicoanalitici, ma almeno una cartolina prendendo in prestito le sue parole, quella sì: 

Caro amico, … qui sul Renon stiamo divinamente bene e il posto è bellissimo.

Serena

Vuoi partecipare? QUI trovi il programma dettagliato della vacanza!
Magari la prossima volta? Iscriviti alla nostra newsletter per rimanere aggiornato!